28 Agosto 2021

"Venerdì dedicato allo shopping! Non succedeva da tantissimo tempo, un pomeriggio solo per me, in giro per negozi.Ieri era il 27 di Agosto, giorno di shopping si, ma era anche il compleanno di mio fratello. Non ho voluto parlarne con te, perchè in quel momento stavo bene e mi sentivo bene. Probabilmente sono passati tanti … Leggi tutto 28 Agosto 2021

Ricordi e pensieri

Ho tirato fuori "quel" quaderno.Quello che usavo l'anno scorso, per annotare pensieri, perversioni, emozioni, attimi.Non voglio più buttarlo via. Lo sto leggendo pian piano. La pelle parla ancora. Ma non brava le sue attenzioni.La testa corre ancora. Ma non sta male, è serena. Respiro profondamente, quasi a voler mandar via, quelle poche briciole che mi … Leggi tutto Ricordi e pensieri

Tipo pericoloso

Sono quei tipi di persone che ti fanno bagnare anche ciò che non può essere bagnato.Sono quei tipi di persone che ti fanno desiderare di sentire le loro mani addosso.Sono quei tipi di persone che ti dicono esattamente cosa vogliono e come lo vogliono.Sono quei tipi di persone che ti fanno desiderare di essere ciò … Leggi tutto Tipo pericoloso

Domenica

Ultimo giorno di ferie, domani si torna a lavoro.Più riposata e più rilassata. Più convinta di voler riprendere in mano la parte di me che si è assopita.Secondo me è pronta a varcare il confine.Il problema è capire a chi far varcare quel confine.Confine sottile, flessibile ma resistente. "E sono in bilicoFra impazzire, morire, perché … Leggi tutto Domenica

22 Dicembre

Oggi le canzoni mi hanno riportato indietro nel tempo. Mi hanno riportato a quella notte maledetta. E non mi rendo ancora conto di quanto tempo sia effettivamente passato. Manchi.. come l’aria che respiro!!

Al di là del niente

Ho scritto tante volte che mi manchi. Sono passati 14 anni da quando hai chiuso quegli splendidi occhi verdi, ma è come se io li rivedessi sempre.

Mi piace pensare che tu stai guardando tutti gli errori della mia vita e mi piace pensare che tu stia scuotendo la testa e sorridendo allo stesso tempo.

Lo so, è da sentimentali contare gli anni e piangersi addosso. Lo so.

Ma sono stata io quella che ha dovuto dire all’anestesista di smettere di rianimarti.

Ho preso io quella decisione, insieme alla tua ragazza. Eravamo da sole. I nostri genitori non c’erano. Erano nelle loro case a dormire. Non ho mai compreso questa cosa. Se io fossi stata tua madre e non tua sorella, avrei piantato le tende in ospedale. Ma ho imparato che ciascuno di noi reagisce come crede.

Non ti prepara nessuno alla morte. Sopratutto una morte come la tua.

Non…

View original post 153 altre parole